Cambia la tua vita dalle piccole quotidianità, guardala con una nuova luce e nuovi colori, scegli l’illuminazione a led. 

Informazioni Tecniche 

Punto luce o colore della luce, il colore della luce si misura in gradi Kelvin e si scrive X000 K

3000 K è una luce gialla o calda, tipicamente la luce emessa dalle alogene, viene percepita come più accogliente, ma ha il grave difetto di modificare i colori, gradita nei bar ristoranti, sale di attesa o strutture ricettive di accoglienza.

4000 – 4500 K luce neutra o bianca, è la luce del sole a mezzogiorno. Indicata per illuminazione di uffici e negozi di abbigliamento; alla lunga è meno stancante degli altri punti luce.

6000 – 7000 K luce fredda o blu, il colore ricorda i fari allo Xeno; è particolarmente indicata per pelletterie e carrozzerie dove il dettaglio del colore è importante, il colore freddo è più efficiente, cioè a parità di potenza impiegata produce più luce, pertanto utilizzata anche nei magazzini o ampie superfici.

Potenza della luce, la potenza luminosa viene espressa in Lumen e/o in Watt, che ne indicano l’efficienza.

Un modo empirico per calcolare una sostituzione è quello di moltiplicare i Watt del Led per “6” cioè una lampadina led da 5 Watt equivale all’incirca ad una ad incandescenza da 30 Watt.

Ovviamente quando è possibile e meglio sapere le caratteristiche della lampada che si intende sostituire e meglio ancora i Lumen, i quali sono indicati chiaramente al pari dei Watt.

Altro fattore importante da considerare è l’angolo di apertura della luce, esistano luci o meglio fari che presentano angoli di proiezione differenti che variano da i 30° un cono stretto 65° – 90° – 120° ecc.

Ovviamente una luce con un cono stretto a parità di efficienza percorrerà più distanza, una con un cono più aperto percorrerà minore distanza ma illuminerà una porzione più ampia.

Efficienza e durata, un Led a differenza di altre sorgenti luminose scalda molto meno, ovvero riesce a trasformare l’energia elettrica in energia luminosa; una vecchia lampadina ad incandescenza da 100 Watt consumati ne disperde 90 in calore e utilizza soltanto 10 in luce. Un Led da 100 Watt ne produce 80/90 in luce e soltanto 10/20 si disperdono in calore.

Anche se i Led sono molto più efficienti e scaldano meno, producono comunque una quantità di calore; pertanto è importante raffreddare bene il cip Led. Incollando il cip Led mediante pasta termo conduttiva su un dissipatore (è indispensabile un ampia superfice) tipicamente in alluminio si ottiene una efficiente dispersione del calore con conseguente allungamento della vita del Led stesso. Per la durata nel tempo è altresì importante che l’alimentatore sia correttamente dimensionato, non deve sotto alimentare (diminuirebbe l’efficienza o addirittura non lo farebbe accendere); non deve sovralimentarlo (ne comprometterebbe la durata).

Perché scegliere i led?

Ottimizzazione sul risparmio dei costi di illuminazione, cioè i Led a parità di flusso luminoso consumano molto meno del 50 % al minimo rispetto ad altre tipologie illuminanti.

Lunga durata nel tempo: la vita media di un cip Led è di circa 30.000 ore contro le lampade alogene che non superano le 1.000 ore o le lampade a neon che non superano le 8.000 ore.

Grande sicurezza e funzionalità: i Led funzionano a bassa tensione (da i 12 Volt a i 48 Volt), producono immediatamente il flusso luminoso massimo a differenza dei neon o lampade a vapori di sodio, ai quali serve anche diversi minuti prima di produrre la luce massima.

Resa immediata con costi di manutenzione a valore zero, grazie alla lunga durata nel tempo non necessitano sostituzioni frequenti come le lampade.

Rispettano l’ambiente: I Led hanno un bassissimo impatto inquinante, in quanto non contengono gas dannosi per l’atmosfera, ne polveri, ne metalli pesanti come piombo e mercurio ecc.

Quando devono essere smaltiti dopo una lunga vita hanno un basso impatto ambientale, in quanto i loro componenti sono in gran parte riciclabili.

Producono tanta luce con poca energia no solo come risparmio economico ma salvaguardando l’ambiente in quanto occorre tanta meno energia per utilizzarli,  minor produzione di CO2, il Led contribuisce a diminuire l’effetto serra.

I Led sono resistenti ad urti e non soffrono molto delle differenze termiche es. tra dentro e fuori o estate ed inverno.

Tecnologie LED

TECNOLOGIA Led MCOB

I Led MCOB (o Chip on Board) sono diversi Led assemblati insieme, in modo da formare una unica fonte di luce.

In oltre presentano il vantaggio di offrire una minore resistenza al calore, con una superficie maggiore per dissipare e una maggiore efficienza luminosa.

La tecnologia MCOB ha una elevata capacità di raffreddamento. Il risultato è che il calore generato dai diodi Led, può essere rapidamente dissipata all’esterno, di conseguenza una maggiore efficienza e una durata più lunga nel tempo.

TECNOLOGIA Led SMD

SMD è un diodo luminoso. Le sue iniziali sono dall’inglese “Light-Emitting Diode Surface Mount Device”: un dispositivo semiconduttore che emette luce quando viene attraversato da una lieve corrente elettrica. Il Suo colore (lunghezza d’onda) dipende dal materiale utilizzato per la sua fabbricazione e additivi luminosi. Comunemente, il Led SMD è incapsulato in una resina rigida e fornisce il più alto rapporto luce / consumo energetico.

Esempio:

Per la sostituzione di plafoniere a tubi fluorescenti deve essere fatto questo calcolo:

– Tubo 58W lm totali prodotti 4600 su 1,5m

– Tubo da 36W lm totali prodotti 2850 su 1.2m

 

Il tubo fluorescente produce quei lm su 360° quindi circa metà flusso viene inviato verso il fondo della plafoniera e si perde. Con i riflettori presenti nelle plafoniere si recupera dal 15 al 20% max di flusso luminoso, mentre lo schermo opaco sottrae luminosità a secondo dell’opacità da un – 10 % a un – 30%.

Il flusso luminoso dei tubi a neon è anche meno preciso dei led e quindi meno efficiente: a parità di flusso luminoso con il led si vede molto meglio (da un recente studio Cree nella città di Los Angeles, a parità di flusso, la stragrande maggioranza dei cittadini sostengono di vedere meglio, anche i reati sono diminuiti di circa il 10%).

Pertanto il tubo da 58W ha questo rendimento utile: 4600lm/2= 2300lm su 1,5m = 1533lm/m + 15-20% del riflettore – 20% dello schermo opaco

Pertanto il tubo da 36W ha questo rendimento utile: 2850lm/2= 2300lm su 1,2m = 1187lm/m + 15-20% del riflettore – 20% dello schermo opaco

 

Cambia la tua vita dalle piccole quotidianità, guardala con una nuova luce e nuovi colori, scegli l’illuminazione a led. Scegli LEDILLUMINA

Informazioni Tecniche 

Punto luce o colore della luce, il colore della luce si misura in gradi Kelvin e si scrive X000 K

3000 K è una luce gialla o calda, tipicamente la luce emessa dalle alogene, viene percepita come più accogliente, ma ha il grave difetto di modificare i colori, gradita nei bar ristoranti, sale di attesa o strutture ricettive di accoglienza.

4000 – 4500 K luce neutra o bianca, è la luce del sole a mezzogiorno. Indicata per illuminazione di uffici e negozi di abbigliamento; alla lunga è meno stancante degli altri punti luce.

6000 – 7000 K luce fredda o blu, il colore ricorda i fari allo Xeno; è particolarmente indicata per pelletterie e carrozzerie dove il dettaglio del colore è importante, il colore freddo è più efficiente, cioè a parità di potenza impiegata produce più luce, pertanto utilizzata anche nei magazzini o ampie superfici.

Potenza della luce, la potenza luminosa viene espressa in Lumen e/o in Watt, che ne indicano l’efficienza.

Un modo empirico per calcolare una sostituzione è quello di moltiplicare i Watt del Led per “6” cioè una lampadina led da 5 Watt equivale all’incirca ad una ad incandescenza da 30 Watt.

Ovviamente quando è possibile e meglio sapere le caratteristiche della lampada che si intende sostituire e meglio ancora i Lumen, i quali sono indicati chiaramente al pari dei Watt.

Altro fattore importante da considerare è l’angolo di apertura della luce, esistano luci o meglio fari che presentano angoli di proiezione differenti che variano da i 30° un cono stretto 65° – 90° – 120° ecc.

Ovviamente una luce con un cono stretto a parità di efficienza percorrerà più distanza, una con un cono più aperto percorrerà minore distanza ma illuminerà una porzione più ampia.

Efficienza e durata, un Led a differenza di altre sorgenti luminose scalda molto meno, ovvero riesce a trasformare l’energia elettrica in energia luminosa; una vecchia lampadina ad incandescenza da 100 Watt consumati ne disperde 90 in calore e utilizza soltanto 10 in luce. Un Led da 100 Watt ne produce 80/90 in luce e soltanto 10/20 si disperdono in calore.

Anche se i Led sono molto più efficienti e scaldano meno, producono comunque una quantità di calore; pertanto è importante raffreddare bene il cip Led. Incollando il cip Led mediante pasta termo conduttiva su un dissipatore (è indispensabile un ampia superfice) tipicamente in alluminio si ottiene una efficiente dispersione del calore con conseguente allungamento della vita del Led stesso. Per la durata nel tempo è altresì importante che l’alimentatore sia correttamente dimensionato, non deve sotto alimentare (diminuirebbe l’efficienza o addirittura non lo farebbe accendere); non deve sovralimentarlo (ne comprometterebbe la durata).

Perché scegliere i led?

Ottimizzazione sul risparmio dei costi di illuminazione, cioè i Led a parità di flusso luminoso consumano molto meno del 50 % al minimo rispetto ad altre tipologie illuminanti.

Lunga durata nel tempo: la vita media di un cip Led è di circa 30.000 ore contro le lampade alogene che non superano le 1.000 ore o le lampade a neon che non superano le 8.000 ore.

Grande sicurezza e funzionalità: i Led funzionano a bassa tensione (da i 12 Volt a i 48 Volt), producono immediatamente il flusso luminoso massimo a differenza dei neon o lampade a vapori di sodio, ai quali serve anche diversi minuti prima di produrre la luce massima.

Resa immediata con costi di manutenzione a valore zero, grazie alla lunga durata nel tempo non necessitano sostituzioni frequenti come le lampade.

Rispettano l’ambiente: I Led hanno un bassissimo impatto inquinante, in quanto non contengono gas dannosi per l’atmosfera, ne polveri, ne metalli pesanti come piombo e mercurio ecc.

Quando devono essere smaltiti dopo una lunga vita hanno un basso impatto ambientale, in quanto i loro componenti sono in gran parte riciclabili.

Producono tanta luce con poca energia no solo come risparmio economico ma salvaguardando l’ambiente in quanto occorre tanta meno energia per utilizzarli,  minor produzione di CO2, il Led contribuisce a diminuire l’effetto serra.

I Led sono resistenti ad urti e non soffrono molto delle differenze termiche es. tra dentro e fuori o estate ed inverno.

Tecnologie LED

TECNOLOGIA Led MCOB

I Led MCOB (o Chip on Board) sono diversi Led assemblati insieme, in modo da formare una unica fonte di luce.

In oltre presentano il vantaggio di offrire una minore resistenza al calore, con una superficie maggiore per dissipare e una maggiore efficienza luminosa.

La tecnologia MCOB ha una elevata capacità di raffreddamento. Il risultato è che il calore generato dai diodi Led, può essere rapidamente dissipata all’esterno, di conseguenza una maggiore efficienza e una durata più lunga nel tempo.

TECNOLOGIA Led SMD

SMD è un diodo luminoso. Le sue iniziali sono dall’inglese “Light-Emitting Diode Surface Mount Device”: un dispositivo semiconduttore che emette luce quando viene attraversato da una lieve corrente elettrica. Il Suo colore (lunghezza d’onda) dipende dal materiale utilizzato per la sua fabbricazione e additivi luminosi. Comunemente, il Led SMD è incapsulato in una resina rigida e fornisce il più alto rapporto luce / consumo energetico.

Esempio:

Per la sostituzione di plafoniere a tubi fluorescenti deve essere fatto questo calcolo:

– Tubo 58W lm totali prodotti 4600 su 1,5m

– Tubo da 36W lm totali prodotti 2850 su 1.2m

 

Il tubo fluorescente produce quei lm su 360° quindi circa metà flusso viene inviato verso il fondo della plafoniera e si perde. Con i riflettori presenti nelle plafoniere si recupera dal 15 al 20% max di flusso luminoso, mentre lo schermo opaco sottrae luminosità a secondo dell’opacità da un – 10 % a un – 30%.

Il flusso luminoso dei tubi a neon è anche meno preciso dei led e quindi meno efficiente: a parità di flusso luminoso con il led si vede molto meglio (da un recente studio Cree nella città di Los Angeles, a parità di flusso, la stragrande maggioranza dei cittadini sostengono di vedere meglio, anche i reati sono diminuiti di circa il 10%).

Pertanto il tubo da 58W ha questo rendimento utile: 4600lm/2= 2300lm su 1,5m = 1533lm/m + 15-20% del riflettore – 20% dello schermo opaco

Pertanto il tubo da 36W ha questo rendimento utile: 2850lm/2= 2300lm su 1,2m = 1187lm/m + 15-20% del riflettore – 20% dello schermo opaco

 

 

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *